img

(mi-lorenteggio.com) I prodotti della terra degli agricoltori della Cia sono stati protagonisti per una settimana della ristorazione della Tortona Design Week, il Fuorisalone di via Tortona e dintorni. Una settimana di cibo di alta qualità, cucinato da alcuni tra gli chef più rinomati di Milano ha visto i tanti visitatori stranieri molto soddisfatti della qualità e della varietà di riso, formaggi, salumi, verdure, e vini che la campagna dell’area metropolitana produce a pochi chilometri da Porta Genova.

Il successo è stato testimoniato dalle innumerevoli domande fatte agli agricoltori che proponevano i propri piatti, per conoscerne la storia e il sistema di produzione. Spesso queste informazioni si sono trasformate anche in acquisto dei prodotti delle cascine con i quali sono stati realizzati.

Il nuovo design che ha unito agricoltori e chef ha realizzato l’obiettivo di far conoscere anche all’estero le eccellenze della campagna di Milano. Come per Via Lattea, la Strada del Latte e dei Formaggi del Parco Agricolo Sud Milano, la Monzarella del Parco di Monza, ma anche i mercatini dei produttori MIgusto città e campagna, la Confederazione Italiana Agricoltori prosegue le sue azioni di valorizzazione sostenibile dell’agricoltura periurbana attraverso l’innovazione della filiera corta.

Hanno partecipato a Migusto Tortona le aziende Cia: Cascina Caremma, Cascina Selva, Cascina Casalina, La cantina del Prufesur, Azienda agricola Cirenaica, Azienda agricola Gruppo Vignaioli, Azienda vitivinicola Davide Calvi.

Gli chef presententi sono stati: Cesare Battisti (Ristorante Ratanà), che ha anche coordinato i colleghi; Viviana Varese (Ristorante Alice); Enrico e Roberto Cerea (Ristorante Da Vittorio); Matias Perdomo (Ristorante Pont de Ferr); Fabio Pisani e Alessandro Negrini (Ristorante Il Luogo di Aimo e Nadia); Alice Delcourt e Cesare Battisti (Ristorante Erba Brusca).

All’iniziativa è stato anche presente il Progetto Maestro Martino con lo chef Carlo Cracco.