ROMA – Si chiama Vittoria, la prima concept dalle forme avanguardistiche marchiata Up design. Il prototipo ha debuttato in anteprima mondiale al salone di Bologna prima di approdare sul palcoscenico di Doha in occasione del motor show che ha aperto oggi i battenti in Qatar. Vittoria, di derivazione dalla dea mitologica romana, nasce sulla scorta della tradizione del suo ideatore, Umberto Palermo, di coniare e dare lustro ai nomi femminili accostandoli alle show car concepite. Nata dalla progettazione dello studio torinese, questa concept porta con se la storia delle Gran Turismo italiane coniugando la sportivita’ all’eleganza. La concept ha una configurazione a due porte e misura 4750 mm di lunghezza, 1960 mm di larghezza, 1250 mm di altezza e 2950 mm di passo.

L’intreccio tra fiancata e padiglione traduce un nuovo linguaggio formale che delinea un’innovativa interpretazione dell’apertura delle porte con la finestratura laterale. La carrozzeria e’ studiata in previsione di una produzione in serie limitata ed esclusiva.

La realizzazione e’ stata affidata alle mani della modelleria ‘Landra’, specialista della modellazione da generazioni, che ha coniugato la tradizionalita’ dell’esperienza alla tecnologia dei processi. A livello meccanico, il veicolo adotta una powertrain di tipo ibrido parallelo con motore termico V8 e macchina elettrica reversibile, collegati alle ruote attraverso una drive line ad alta efficienza, che permette l’utilizzo della potenza installata con elevata flessibilita’ di guida e con utilizzo del motore termico su un range ristretto di velocita’ al fine di consentire consumi ridotti ed elevata coppia; particolare rilevanza assume un sistema inedito di gestione intelligente delle velocita’ e delle coppie dei motori termico ed elettrico che consente di massimizzare il recupero di energia in frenata mantenendo le prestazioni allineate ai targets tipici di una vettura sportiva.