Simone Del Pizzol è il secondo rappresentante scelto dalla curatrice Graziella Zardo per la rassegna “Propositiva” inaugurata lo scorso 7 gennaio con Anna Pedron, iniziativa rivolta alla creatività dei giovani che l’Assessore alla Cultura di Bolzano Vicentino sta portando avanti. La rassegna, ricordiamo, ha un duplice scopo: da una parte allestire delle mostre in modo tradizionale e gradevole alimentando l’interesse del pubblico per l’arte e la cultura; dall’altra, in maniera del tutto innovativa, portare l’esempio di giovani che si stanno impegnando, facendo conoscere al pubblico le loro difficoltà nell’aver scelto professioni non convenzionali. Di tutto questo si può discutere guardando e apprezzando le opere di Simone Del Pizzol.

Nella mostra a lui dedicata sono esposte una quindicina di incisioni e due lavori pittorici di grande formato. I soggetti formano un riassunto iconografico su considerazioni tratte da avvenimenti a sfondo sociale o da letture di inchiesta documentaristica. Simone trasmette così il piacere per l’indagine e la curiosità. Ci parla di come si è interessato alle figure dei Mamuthones della Sardegna leggendo un articolo che parlava delle Colonne d’Ercole. Ci racconta di Compagnoni e della montagna. Ci fa intuire come non rimane inerme di fronte agli avvenimenti socio-politici, scuotendosi l’indignazione di dosso a suon di incisioni sulle lastre e ricomponendola in squisiti assemblaggi con figure con-fuse fra mito e umano, vacanti tra vertiginose distanze temporali, perfettamente sincronizzate dall’associazione di idee. Reinterpreta i personaggi degli artisti FischliWess con cui condivide la sottile ironia. Il piacere visivo dell’insieme dei lavori di Simone Del Pizzol è garantito da una tecnica impeccabile e personalizzata dall’invenzione compositiva.

Simone Del Pizzol vive e lavora a Bovolenta (PD); collabora con la Stamperia Busato, con gallerie di rilievo e partecipa a concorsi di incisione e di pittura in Italia e all’estero. Un ringraziamento particolare va alla Banca del Centroveneto che ha contribuito all’intera iniziativa.

Il prossimo rappresentate scelto per esporre è Giakomo di Vicenza.

La rassegna è patrocinata dal Comune di Bolzano Vicentino, a cura di Graziella Zardo e Primo Piano Arte Studio.

Inaugurazione sabato 10 marzo alle ore 18, Saletta Casa delle Associazioni, Via Roma 66, Bolzano Vicentino. Presentazione di Graziella Zardo, introduzione dell’Assessore alla Cultura Antonio Rigon. Aperta fino al 1 aprile con il seguente orario: da martedì a sabato dalle 15 alle 19, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. Ingresso libero.

Informazioni: Biblioteca 0444 219451 – www.comune.bolzanovicentino.vi.it

oppure 0444 351366 – info@galleriaprimopiano.com.