Il concorso internazionale in partnership con Designboom per disegnare l’orologio Breil del futuro ha i suoi vincitori.

Da inizio aprile a fine giugno 2011 i partecipanti hanno inviato le proprie proposte a designboom.com, il celebre sito attivo dal 1999, visto in 190 paesi e che conta oltre 4.000.000 lettori mensili.

Gli iscritti sono stati più di 3.000, tra architetti, designer e artisti, provenienti da oltre 90 paesi.

I progetti dovevano rispettare alcuni criteri, per poter garantire una eventuale messa in produzione degli orologi, ma in generale è stata lasciata ai designer la possibilità di formulare le proposte dando libero sfogo alla creatività.

A fine luglio una prestigiosa giuria ha decretato tre vincitori, ognuno dei quali ha già ricevuto in premio € 3.000 e la possibilità di essere prodotti da BREIL.

I tre progetti vincitori sono:

MODENA – designed by Nukumi Shinji – from Japan

THE FABRIC WATCH – designed by Inbal Aderka – from Israel

ENDLESS – designed by Amelia Rachim – from Italy

I prodotti vincitori sono stati subito sottoposti a prototipizzazione e sono stati presentati ufficialmente in occasione del Salone del Mobile a Milano, durante l’ evento che  Breil e Designboom sullo stesso palco per proclamare e premiare i designer vincitori.

Una partnership vincente, quella tra Breil e Designboom, che ha esaltato l’anima più sperimentale del marchio di orologi, alla ricerca di nuove forme e inaspettate evoluzioni delle collezioni.

I VINCITORI:

AMELIA RACHIM

Nata in Indonesia. Da subito sviluppa una vera passione per l’arte e il design, che approfondisce attraverso gli studi (Design in Faculty of Art and Design at Bandung Institute of Technology, ITB). Vince poi una borsa di studio per partecipare a un Master in design di gioielli presso il Politecnico di Torino. Si trasferisce dunque in Italia, a Torino, dove tuttora vive e lavora come designer freelance, specializzata in gioielleria e accessori di lusso.

ENDLESS

Semplice ed elegante, nasce in origine con l’aspetto e le caratteristiche di un gioiello, ma grazie all’esperienza nell’ingegnerizzazione di BREIL si trasforma per accogliere gli elementi essenziali dell’orologio.

La cassa in vetro trasparente nasconde il movimento e lo scorrere di ore e minuti è scandito da cerchi che orbitano all’interno del quadrante. Un progetto legato al mondo dell’orologio gioiello a cui BREIL si è molto avvicinato con le sue ultime collezioni.

INBAL ADERKA

Nata in Israele. Ora designer, ha una formazione eclettica che spazia dalla grafica, al disegno industriale, dai video alla musica. Dopo esserci laureata presso l’istituto di Tecnologia di Holon, lavora come designer industriale a Tel- Aviv e successivamente a New York, dove attualmente risiede. Fin da piccola pensa che ci sia qualcosa di sbagliato in lei e nel suo modo di vedere il mondo, ma poi cresce e si “rende conto di non essere strana, ma di essere una designer”.

THE FABRIC WATCH

Un prodotto realizzato ispirandosi alla gestualità dell’indosso dell’orologio, così come avviene con un capo di abbigliamento.

Il cinturino in tessuto elasticizzato avvolge e veste il polso. Il movimento si svela attraverso lo spessore delle lancette tondeggianti nascoste sotto lo strato di stoffa del quadrante.

Il prototipo realizzato da BREIL mantiene inalterati i materiali e il concetto di vestibilità, introducendo però due lancette tradizionali e ben visibili per favorire la leggibilità dell’ora.

SHINJI NUKUMI

Nato in Giappone, dove attualmente vive e lavora.

Inizialmente designer ed interior designer, collabora con aziende di diverse estrazioni, dall’abbigliamento alle auto; è sviluppatore di siti web, realizza video, collabora alla realizzazione di locali e hotel.

Partecipa a numerosi concorsi internazionali, come quelli di Infiniti Digital Art Competition e di Peugeot, ottenendo anche prestigiosi riconoscimenti.

MODENA

Cronografo con cassa in acciaio rivestita da un guscio in alluminio, quadrante minimal e cinturino in rubber. Un orologio dall’animo maschile e sportivo, ma sempre elegante.

Modena è un’ interpretazione in chiave moderna del mondo automobilistico degli anni ‘50, in puro stile BREIL.

No related posts.