Per gli appassionati di design si apre il Salone del Mobile di Parma

Decima edizione per l’evento fieristico parmense dal 28 gennaio al 5 febbraio

25/01/2012 – La manifestazione che espone tutte le innovazioni di arredo, design, bioarchitettura, illuminazione e artigianalità riparte dal 28 gennaio al 5 febbraio a Parma, con due novità tematiche: Vivi Meglio e Vivi Verde.

Per gli appassionati di design si apre il Salone del Mobile di Parma

Notizie correlate

Salone del Mobile di Parma 2011



In continuità con le scorse edizioni, l’evento organizzato da Fiere di Parma e da Orgacom, riserva delle aree dedicate ai topics dell’Abitare e del Benessere con previsioni di grande affluenza di pubblico.
 
L’ équipe dal nome Octopus Lab Project curerà l’area Vivi Meglio occupandosi di argomenti legati all’ambiente, alla capacità d’inventiva e all’impegno sociale.
 
Nuovi oggetti, realizzati in serie limitata, saranno esposti all’interno di uno spazio relax dove poter anche utilizzarli, con lo scopo di dare spicco a quello che rappresenta l’idea di progetto, e, dunque, al concept. Materiali protagonisti saranno il legno ed il ferro.
 
L’area Vivi Verde, invece, si dedicherà interamente a tutte le soluzioni di outdoor, dal verde all’arredo, dalle terrazze alle piscine, al fine di offrire visibilità a questa fetta di mercato, ma soprattutto di perseguire una migliore qualità della vita e degli spazi esterni.
 
Al termine della manifestazione è prevista l‘estrazione di un premio di 10.000 euro con il Concorso VinciArreda, che mette in palio la possibilità di acquistare complementi d’arredo presso i vari espositori partecipanti alla fiera.
 
Il Salone del Mobile di Parma, facendo uso del confronto  tra le differenti forme epressive , che lasciano spazio alla creatività e all’immaginazione, vuol rappresentare anche quest’anno un’occasione importante per affrontare le tematiche correlate all’ambiente, al riutilizzo ed alla sostenibilità.
(riproduzione riservata)

‘);
$shareContainer.after(facebookShare);

var onFacebookSDKGot = function () {
FB.init({ status: true, cookie: true, xfbml: true });
try{
FB.Event.clear(‘edge.create’);
FB.Event.clear(‘edge.remove’);
}
catch (e){}
FB.Event.subscribe(‘edge.create’, function (targetUrl) {
_gaq.push([‘_trackSocial’, ‘facebook’, ‘like’, targetUrl]);
});
FB.Event.subscribe(‘edge.remove’, function (targetUrl) {
_gaq.push([‘_trackSocial’, ‘facebook’, ‘unlike’, targetUrl]);
});
FB.XFBML.parse($(‘#facebookShareSend’).get(0));
};

if (typeof (FB) != ‘undefined’) {
onFacebookSDKGot.call();
}
else {
FB = undefined;
$.ajax({
async: false,
type: “GET”,
url: “https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”,
data: null,
error: function (data, textStatus, jqXHR) {
},
success: function (data, textStatus, jqXHR) {
onFacebookSDKGot.call();
},
dataType: ‘script’
});
}
};

$(window).load(function () {
setTimeout(showFbShareButton, 600);
});