• Diminuisci dimensione testo
  • Aumenta dimensione testo
  • Print
  • Contact
  • Mobile
  • RSS feed

Corriere della Sera

Party e mondanità

L’ unica cosa che non sente ragioni, in questi giorni festaioli del Fuorisalone, è la pioggia. Ieri è venuta giù quasi con rabbia proprio nel bel mezzo della serata, quando nei cortili di Palazzo Serbelloni si stava scaldando l’ Edida Design Party, la festa di Elle Deco dedicata al design internazionale, al decimo compleanno. Tra gli ospiti arrivati con anticipo, anche un elegante Davide Oldani, avvistato all’ ingresso mentre oziava con il cellulare. Spettacolare la coreografia, giocata su elementi sospesi, dove spiccavano due sagome inconfondibili: Rosita e Ottavio Missoni placidamente seduti a conversare amabilmente. A due passi, nella boutique di Mila Schön, le opere del pittore Ennio Calabria hanno reso la festa al tempo stesso sobria e divertente. Altra musica in piazza Oberdan, nei locali di Tommy Hilfiger, dove la bellissima Carolina Crescentini si è concessa ai flash dei fotografi splendente di rosso scuro. Festa scintillante (e con donne quasi «vergognosamente» belle) quella di Visionnaire, firma del design che ha presentato Jet Project, un progetto di completa customizzazione di jet privati. Bussole e nuvole invece in zona Tortona, dove si è palesato Edoardo Bennato, senza «canzonette» ma con un progetto, «La bussola per l’ isola che non c’ è», proposta di allestimento in interno al Magna Pars. E dunque il virus del design che in questi giorni attraversa la città come un reticolato trasparente, ha contagiato anche l’ ultimo dei ribelli. Ma d’ altronde, come conferma Francesco Martini Coveri, direttore creativo dell’ omonima griffe: «Il bello è lasciarsi contaminare». La sua cucina, pensata con Aster, è un omaggio al moderno ma con la solidità delle cose antiche. Appunto. RIPRODUZIONE RISERVATA

Scorranese Roberta

Pagina 6
(20 aprile 2012) – Corriere della Sera