Nuova Ford Mondeo: linee da Aston Martin

Print This Post Print This Post

Svelata al Salone di Detroit 2012 la nuova Ford Fusion americana, auto gemella della Ford Mondeo che debutterà nel 2013 in Europa. 

Andrea Centini – 11 Gennaio 2012 – Nel prestigioso Salone dell’auto che si sta tenendo in questi giorni a Detroit, indiscussa patria dei motori made in USA, sono numerose ed interessanti le novità presentate dalle case costruttrici: tra esse una delle più attese era indubbiamente la nuova Ford Fusion, auto americana del segmento D che in Europa rappresenterà la prossima generazione di Ford Mondeo. Nel Vecchio Continente la Ford Fusion è attualmente un’auto di tutt’altra categoria -la compatta “Urban Activity Vehicle”- e non deve essere confusa con l’elegante ed omonima berlina americana.

Tolti i veli ed accesi i riflettori la nuova Fusion-Mondeo si presenta al pubblico in forma decisamente smagliante, facendo emergere gli inconfondibili tratti del prototipo EVOS -presentato al Salone di Francoforte di settembre- e che segnerà il nuovo corso stilistico della casa fondata nel Michigan nel 1903. Il design equilibrato e le linee pulite sono evidentemente in contrasto con le ultime tendenze in casa Ford -in particolare al Kinetic design di Martin Smith-, tuttavia non nascondono un certo carattere, in particolare nel frontale.

La calandra esagonale aggressiva, il taglio della fanaleria e le nervature sul cofano richiamano chiaramente le grintose ed aristocratiche Aston Martin di oggi. Non siamo certamente di fronte al raffinatissimo design di una Rapide, ma la nuova Mondeo potrà rivaleggiare con Audi, BMW e Mercedes del medesimo segmento con un appeal decisamente migliorato. Il posteriore non è da meno ed accentua la silhouette slanciata del corpo vettura: gli originali fanali a led ed il terzo volume più da coupé che da berlina sono perfettamente in equilibro col carattere sportivo della nuova Mondeo.

Lo stile raffinato dell’auto è associato ai più avanzati sistemi in termini di sicurezza ed innovazione tecnologica: tra essi troviamo l‘Adaptive Cruise Control in grado di rilevare rallentamenti nel traffico ed identificare pericoli di collisione, il Lane Keeping System che avvisa il guidatore in caso di cambio di corsia involontaria, l‘Active Park Assist che fornisce assistenza nei parcheggi ed il BLIS (Blind Spot Information System), ovvero un sistema che rileva i veicoli nelle “zone d’ombra” dell’auto. Chiudono il quadro MyFord Touch e Ford SYNC, vari sistemi di comunicazione e controllo vocale dell’auto ad elevato contenuto tecnologico.

Per quanto concerne le motorizzazioni saranno disponibili un 2.5 aspirato a quattro cilindri da 170 CV e due EcoBoost (con turbo) 1.6 e 2.0 rispettivamente da 180 e 240 CV, inoltre Ford punterà moltissimo -almeno negli Stati Uniti- sulle due versioni Hybrid ed Energi (ibrida plug-in) dai consumi estremamente contenuti in grado di rivaleggiare con gli affermati modelli Toyota e la nuova Chevrolet Volt, finalista al concorso “Auto dell’anno 2012”. Le versioni ibride devono ancora essere confermate per il mercato europeo.

Il confort alla guida è assicurato da un raffinato sistema di sospensioni (MacPherson anteriori e multilink posteriori) e dalla nuova scocca, mentre gli interni risultano più sobri ed equilibrati rispetto alle ultime Ford: da segnalare i sedili dal profilo sottile ed in tessuto ecologico che risparmiano spazio all’interno dell’abitacolo.

La Ford Fusion americana, prodotta in Messico negli stabilimenti di Chihuaha, verrà lanciata sul mercato la prossima primavera, mentre per la gemella Mondeo europea bisognerà attendere il 2013. I prezzi sono ancora da definire.


Twitt

Approfondimenti dalla Rete:

Article source: http://www.articolotre.com/2012/01/nuova-ford-mondeo-linee-da-aston-martin/56538