“I grandi eventi rappresentano un antidoto alla crisiâ€�. Queste le parole utilizzate da Angelo Sajeva, presidente e ad di Mondadori Pubblicità S.p.A.,  per descrivere l’iniziativa Milano Fashion Design promossa dal Gruppo Mondadori in collaborazione con il Comune di Milano. “Con le testate Mondadori copriamo l’82% del lettorato italiano di magazine.  Il mercato è in una fase di chiusura – ha continuato il manager -, la FCP ha dato una periodica in negativo, che ha concluso il 2011 con un segno meno. Anche noi abbiamo risentito della congiuntura economica, seppur con comportamenti diversi: le testate di moda e cosmesi, infatti, hanno inciso positivamente sui risultati, mentre hanno risentito maggiormente dell’andamento negativo i giornali dedicati al largo consumo, alle auto e agli affari. Le testate di moda e cosmetica incidono sulla periodica del 50% e il web, che cresce a doppia cifra, ha influito nel secondo semestre sul 5% della raccolta pubblicitaria complessiva. In questo inizio di anno, nonostante la  partenza un po’rallentata, siamo riusciti a portare a casa due iniziative importanti, Pitti e Milano Fashion Design. Gli eventi sono prodotti a sé stanti, con un proprio conto economico, costi e ricavi. Le manifestazioni funzionano perché realizzano il contatto con le persone e determinano un’eco mediatica per cui si parla del brand e nello specifico delle testateâ€�. Milano Fashion Design, progetto realizzato in occasione della settimana della moda, offrirà alla città di Milano fino a domenica un calendario ricco di appuntamenti, incontri e performance dedicati alla moda, allo spettacolo e alla cultura. L’evento è nato in stretta collaborazione con le tre testate del Gruppo Mondadori che insieme coprono un target di riferimento di milioni di donne di ogni età, Grazia, Donna Moderna e Tu Style. Vera Montanari, direttore responsabile Grazia ha commentato: “‘Portare gli operai alla Scala’ significa per noi portare la moda tra la gente. Continuiamo nell’operazione di democratizzazione della moda, un concetto che ci sembra giusto, corretto, ma soprattutto piacevoleâ€�.  Cipriana Dall’Orto, direttore di Donna Moderna, giornale che con il suo recente rilancio ha rivoluzionato il modo di raccontare le donne in modo autentico ha dichiarato: “Questi tre femminili messi insieme rappresentano una reale forza comunicativa di cui Mondadori deve essere orgogliosa. Anche in questa occasione vogliamo essere il manifesto delle donne vere, lavorando in stretta sinergia con il sito e i social networkâ€�. Su Donnamoderna.com nei prossimi giorni una fashion coach cambierà in poche mosse lo stile delle utenti che vorranno cimentarsi in un nuovo look. Doppio battesimo per Maria Elena Viola, direttore di TuStyle, magazine che per la sua vocazione giovane e contemporanea allarga ulteriormente il target di riferimento: “TuStyle sarà presente alle varie iniziative promosse dal Comune. Porteremo le domande che le lettrici posteranno sui social network ad alcuni ospiti presenti agli appuntamentiâ€�.  Negli ultimi due anni il Gruppo Mondadori ha iniziato il restyling di tutti i suoi magazine. Per il futuro prossimo si prevedono quattro novità importanti. In primavera è previsto il lancio del nuovo Panorama, che si riallinea con aspetto e contenuti al contesto informativo in una forma più moderna  e di Tv Sorrisi e Canzoni, per il quale si prevede un’evoluzione anche dal punto di vista digitale. A inizio estate sarà invece la volta di Chi, con un restyling grafico e contenutistico e Starbene, che si svilupperà anche sul digitale. “Nessun giornale può rimanere uguale a se stesso -, ha dichiarato a margine della conferenza Stefano De Alessandri , Direttore Generale Periodici Italia del Gruppo Mondadori -. Destiniamo investimenti importanti a sostegno dei nostri prodotti anche per quanto riguarda la comunicazioneâ€�.
Serena Poerio