Modena: torna il “Buk Festival”, fiera della piccola e media …

Sabato 4 e domenica 5 febbraio al Foro Boario arrivano cento editori da tutta Italia. Oltre 60 appuntamenti, seminari, incontri e presentazioni di libri. Due nuovi concorsi nazionali. Nel fine settimana del 4 e 5 febbraio, al Foro Boario di Modena in via Bono da Nonantola, ritorna “Buk, il festival della piccola e media editoria”, giunto quest’anno alla quinta edizione e organizzato da Progettarte con la collaborazione del Comune e il sostegno della Fondazione cassa di risparmio di Modena. Nella due giorni, ideata da Rossella Diaz e Francesco Zarzana, troveranno visibilità e spazi espositivi oltre 100 case editrici che arrivano da tutta Italia (una anche dalla Germania) per presentare la loro offerta culturale.

Il programma, oltre a ospiti di primo piano, prevede decine di iniziative collaterali, oltre 60 e tutte gratuite, tra conferenze e dibattiti sui grandi temi dell’attualità, reading e atélier letterari creativi, incontri con autori e personalità della cultura, piccoli eventi musicali e spettacoli dal vivo. Come ogni anno l’ingresso a Buk sarà gratuito a orario continuato dalle 9.30 alle 19.30 e le sale per gli incontri e le presentazioni saranno dedicate a tre premi Nobel per la letteratura: Luigi Pirandello, Giosuè Carducci e Grazia Deledda.

Due concorsi rappresentano le principali novità di quest’anno al festival modenese della piccola e media editoria: la prima edizione del concorso nazionale di giornalismo scolastico “Prima pagina” promosso dall’assessorato comunale all’Istruzione e riservato alle scuole superiori (la premiazione si svolgerà sabato 4 febbraio alle 21 all’auditorium del San Carlo) e il nuovo premio letterario “Due Vittorie”, suddiviso in due sezioni per  racconti editi e inediti.

A Buk 2012, inoltre, ritorna con la terza edizione “Parole digitali”, concorso a premi per giovani creativi dai 15 ai 25 anni di età, sul tema: “L’ho letto su Wikipedia!”. Con un tweet di soli 140 caratteri i partecipanti possono vincere tecnologie di ultima generazione per la lettura e buoni acquisto da spendere all’interno della manifestazione. L’iniziativa è della rete Net Garage dell’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena che con Buk promuove anche un seminario sul tema della pertinenza e autorevolezza delle fonti su Internet intitolato “Cinguettii e Rumori, la verità viaggia su Internet?”, in programma sabato 4 febbraio alle 10 con la partecipazione di esperti tecnici e istituzionali.

Sempre più festival letterario, Buk ha conosciuto nelle edizioni passate un crescente successo di pubblico (10 mila visitatori nel 2008, 12 mila 500 nel 2009, 15 mila nel 2010 e 20 mila nell’ultima edizione del febbraio 2011).

Buk 2012 ha il patrocinio del ministero per i Beni e le attività culturali, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Modena e dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Oltre al fondamentale sostegno della Fondazione cassa di risparmio di Modena, conta sul contributo di Due Vittorie aceto balsamico di Modena, Cna, EmilBronzo 2000 ed Emilia Historica.

L’ufficio stampa all’interno del festival sarà curato da “Voci dal B(r)anco”, la redazione interscolastica delle scuole superiori modenesi, mentre lo staff di accoglienza sarà curato dagli studenti dell’indirizzo turistico dell’istituto Cattaneo.

Article source: http://www.laltrapagina.it/mag/?p=4866