“DIsegno DIvento, imago comunicante …”:
personale di Manola Del Testa al Caffè dei Fornelli

Ritornano dagli archivi della memoria, sfondano la cortina dell’oblio, rimandano profili di vissuto in quella forma esteriore – l’imago – portavoce del sé, ma decodificabile dal pensiero attivo dell’alter. Dal “DIsegno” al “DIvento”, un diario visivo a “quattro mani” sui tracciati riscoperti come sincronici, di ricordo e cambiamento.
Il Caffè dei Fornelli di Carlo Bigazzi presenta, per il Quindicinale d’arte “Caffèll’ARTE”, la personale “DIsegno DIvento, imago comunicante …”, dell’ artista e industrial designer Manola Del Testa, che sarà inaugurata nella sede dell’osteria e caffè letterario, in Piazzetta dei Fornelli, sabato 31 marzo 2012, dalle ore 17.30.

Dall’ultima ricerca sul segno, immagini leggère, “liquide”, esistenti nella stessa materia fluida dove convivono positivo e positivo e che, nelle parole dell’artista, “si atteggiano come vasi comunicanti” verso la loro rivelazione esteriore: l’imago, portavoce di “un contenuto che si adatta alla forma del pensiero che nasce in chi osserva, così come avviene per i liquidi”.
E il ricordo si fa “visivo”, rivelato da un disegno “inventato e diventato un qualcosa che va oltre il sé, entrando così in comunicazione con l’altro”. Dagli occhi che catturano segni, all’ immaginario che “elabora di-segni… diventati segni inventati” . Nella ballata sincronica di “DIsegno Divento InVento, imago comunicante …”, inventare e divenire hanno così pari stato ontologico, in un’apparizione elegante, a tratti neo-arcaica, costruita da un dialogo misterioso tra evidenza apparente dell’essere ed azione co-creatrice del pensiero.

Manola Del Testa nasce a Pisa nel 1970. Residente a Volterra, è oggi artista e industrial designer tra Volterra e Colle di Val d’Elsa.
Con una passione per il disegno e per il vetro che si manifesta già età precoce, nel 1974 è selezionata al concorso nazionale di disegno organizzato da Pirelli in Fatti e notizie.
Diplomata all’Istituto Statale d’Arte di Volterra, dove impara “l’arte del fare”, grazie alla maestria degli insegnanti con cui sviluppa la “sensibilità di percepire altro e l’oltre il vedere”, nel 2003 segue presso la Domus Accademy di Milano la Summer Session sul tema del Brand Design. Segue la laurea in Industrial e Communication Design presso l’ISIA di Firenze.
La formazione in progettazione del vetro sia a livello manuale che industriale si completa al Centre International d’Art Verrier di Meisenthal in Francia e presso Ajeto a Novi-Bor nella Rep. Ceca. Grafica e designer dal 1993, con particolare interesse per i materiali tradizionali della regione Toscana – alabastro, argento, cuoio, ceramica e cristallo – collabora con aziende sia italiane che estere.
Ricercatrice del segno, attraverso un modus operandi in cui si intersecano memoria e pensiero contemporaneo, territorialità e nuove sintesi formali, dal 1998 lavora in RCR spa, come Responsabile del Design, sfidando la materia cristallo nel “giusto equilibrio – orizzontale e sinergico – tra innovazione di design, marketing e produzione”.
Numerose le mostre collettive e fiere di settore a cui prende parte tra cui l’esposizione in Triennale del Design di Milano “Option of Luxury” per il 25° anno di Class Edizioni-2011. I suoi lavori sono pubblicati su riviste di settore e numerosi sono anche i riconoscimenti speciali in concorsi di design. Resta attivo l’interesse verso le arti e la “cultura del fare” con mostre d’arte contemporanea da Volterra alla scena nazionale ed internazionale. Nel giugno 2007 partecipa al TAAM – Simposio Internazionale di Scultura in alabastro, e dal 2004 fa parte del gruppo di artisti “Generazioni in Arte” di Volterra.
La mostra resterà aperta ai visitatori, ad ingresso libero, fino al 15 aprile 2012.
Info: Caffè dei Fornelli, Piazzetta dei Fornelli 3-4, tel. 058880596, caffedeifornelli@virgilio.it, www.caffedeifornelli.it/ (giovedì chiuso). Elena Capone