Tutti al Salone del Mobile 2012, con un carico enorme e fantasioso di idee fashion. Una vera invasione che galvanizza ogni volta Milano e manda in fibrillazione il quadrilatero dello stile per l’incontro tra Moda Design che ogni volta sorprende, e anche un po’ inquieta per una certa «invadenza», seppure educata. Perchè stilisti e imprese del made in Italy vogliono tutti essere presenti e accendere la propria idea per le giornate del Salone, l’evento più internazionale che c’è da martedì 17 a domanica 22 aprile, con 2500 espositori chiamati a raccolta alla Fiera di Rho-Pero dal Cosmit presieduto da Carlo Guglielmi. Per l’occasione la Camera Nazionale della Moda Italiana organizza un Calendario ad hoc per Milano Moda Design con otto presentazioni (Armani/Casa, Fendi Casa, Kenzo Maison, Versace Home, Trussardi, MissoniHome, Blumarine Home Collection e Bottega Veneta) e quasi 40 eventi sparsi per la città tra boutique, showroom e gallerie d’arte. Un mondanissimo e modaiolissimo Fuorisalone. In via Sant’Andrea l’appuntamento imperdibile con le proposte di Giorgio Armani che ha appena aperto la boutique Armani Casa a Miami e che per la Design Week 2012 lancerà una collezione di accessori e mobili splendenti d’oro. Louis Vuitton invece invita a uno straordinario viaggio nel bestiario immaginario della maison con la mostra «Maroquinaris Zoologicae» di Billie Achilleos.

Kartell sposa il rock con due partners come Lenny Kravitz e Philippe Starck con sei poltroncine Mademoiselle. Chichi Meroni con la Rèverie che compie 10 anni riceve a L’Arabesque con pezzi unici di design (Buffa, Mollino, Ulrich) e sette attrici della Scuola del Piccolo Teatro. Roberto Cavalli insiste sul classico animalier e lancia il nuovo accordo con l’Arnolfo di Cambio per l’arte della tavola. Blumarine presenta il divano «Dark Lady» di velluto viola.

Donatella Versace la sua home in tinte pop, Ermanno Scervino nelle vetrine della boutique di Via della Spiga espone le lampade create da Beppe Angiolini, presidente della Camera dei Buyer e «anima» di Sugar ad Arezzo. Benetton approfitta del Salone per lanciare due nuove fragranze, Bulgari il lusso degli accessori, Duvetica una selezioni di progetti con Tadao Ando, Enrico Coveri le cucine coloratissime con Aster, Lapo Elkann con il frigo rivestito di jeans, frutto della collaborazione tra Italia Independent e Smeg.

Poi Moschino e la Arlequin Collection, Tod’s col cocktail e dj set per Window Design Concept by Nendo, Peuterey con la presidente Francesca Lusini nel negozio di via Spiga per brindare con Karim Rashid che ha realizzato la capsule per i 10 anni del marchio. Fendi arreda il giardino dell’Hotel Principe di Savoia, Alviero Martini 1° Classe, Dolce Gabbana e Moreschi hanno disegnato biciclette, Massimo Rebecchi pensa alla videoarte con Stefano Fake, Ermenegildo Zegna lancia il «valet» disegnato da Antonio Citterio. Attesa per gli eventi di Stone Island, Sportmax con Rimadesio, Max Co. con l’istallazione ideata da Gumdesign, Salvatore Ferragamo con Molteni C. per «Eclatè» di Constance Guisset, Simonetta Ravizza con la prima home collection, Gallo con la calza limited edition Design Week e la poltroncina firmata da Piero Lissoni, Antonio Marras che s’ispira a Milly nello spazio di Rossana Orlandi. Brooksfield ospita Fiam nella boutique di Corso Venezia, Montblanc in collaborazione con la Fondazione Cologni I Mestieri d’Arte invita 19 designer della Creative Academy a lavorare con la carta, l’Urban Mobility è il tema della nuova collezione di borse Nava, Gherardini debutta nell’arredamento con la linea Home dalla collaborazione con Formitalia Luxury Group che produrrà in licenza i mobili personalizzati.

Al Fuorisalone anche Marioluca Giusti con Cristina Morozzi e le moderne idee del pic-nic, poi Ingo Maurer allo Spazio Krizia, e il Cos Pop Store a Ventura Lambrate in attesa dello sbarco a Milano del marchio «alto» di HM a maggio.

Eva Desiderio