Non c’è che dire: quando si tratta di marketing, gli inglesi sono davvero dei fuoriclasse. Quelli del Design Museum di Londra, ad esempio, a poco più di un mese dall’annuncio della nuova sede del museo (firmata da John Pawson e OMA e prevista per il 2014) hanno lanciato la loro prima applicazione iPad. Con un pubblico digitale globale di oltre tre milioni di visitatori all’anno, di cui oltre 500mila follower su Twitter (coordinate: @designmuseum #collectionapp) e altri 150mila fan su Facebook, il museo vuole offire un nuovo spunto per coinvolgere il suo pubblico e attrarre gli utenti dei tablet.

La Collection App presenta una selezione di 59 oggetti della collezione (mi chiedo perché non fare cifra tonda con 60 pezzi…) ed esplora i momenti chiave della storia del design britannico e internazionale. Solo alcuni esempi:  la lampada Angelpoise, l’aspirapolvere Dyson, le sedie Thonet, la rivista The Face, la cabina telefonica inglese, la Vespa e  l’e-book reader Kindle, recentemente aggiunto alla collezione. Non poteva mancare la storica macchina fotografica Polaroid – che vedete qui fotografata – ormai un caro ricordo.

Design Museum London Collection App iPad

L’App include inoltre interviste video con Deyan Sudjic, direttore del Design Museum, Helen Charmen, a capo del dipartimento di educazione e Stephen Bayley, uno dei soci fondatori del museo, che ha arricchito con i suoi commenti le schede prodotto. Queste consentono di esplorare i diversi progetti, con ricchezza di informazioni su materiali, date e curiosità, aziende produttrici e, ovviamente, i designer.  L’app è scaricabile gratuitamente da iTunes per gli utenti iPad, ma popolo dello smartphone non temete, sono già previste una versione per iPhone (data di lancio, 3 maggio) e una per Android (uscita prevista per il 5 giugno).

Luca Trombetta