DSCF0880I tappeti a terra nella comunità hippy di Los Angeles, le pareti dipinte come scenografie celestiali nel Tempio dei mormoni a Salt Lake City, nello Utah, il parquet scuro e le mura bianche nello studio newyorkese di Andy Warhol, il Central Park…. Sono alcune delle tante tappe percorse -e immortalate con una (mitica) Hasselblad – da Mario Bellini nel suo viaggio in Usa, compiuto anni fa (nel secolo scorso ad essere precisi) con il sostegno di Cassina, azienda di design che è un vanto del made in italy nel mondo intero, così come lo è Bellini stesso (otto volte vincitore di Compasso d’Oro). Molte delle foto scattate dall’architetto designer durante i suoi percorsi, sono ora raccolti in un libro, edito da Humboldt Books.

 

Copertina Libro Humboldt  Mario Bellini USA

Copertina Libro Humboldt Mario Bellini USA

La pubblicazione, “Mario Bellini USA 1972”, viene presentata martedì 22 settembre, alle ore 18.30, presso lo showroom Cassina di via Durini a Milano. Si tratta di un libro fotografico: 168 pagine, 136 fotografie a colori oltre ad un testo, tra gli altri, firmato da Mario Calabresi, di cui è nota la sensibilità e la conoscenza per la fotografia. Un libro che è la storia di viaggio, come è nello stile della casa editrice che lo pubblica. Il viaggio in questo caso, come riporta il titolo, riguarda un anno preciso, di inizi anni Settanta, quanto Bellini si recò in America per prendere parte alla mostra del Moma “Italy, the New Domestic Landscape”. In quell’occasione venne presentata “Kar-a-sutra”, la prima monovolume rivoluzionaria e irriverente vissuta come spazio-mobile, passione del designer molto sentita a giudicare anche dalle diverse foto del libro dedicate a case mobili e moto viste quasi come temporary house. Fu alla fine dell’esposizione statunitense che Bellini iniziò il suo viaggio-inchiesta sul modo di abitare degli americani. La pubblicazione del libro oggi, nel 2015, rende l’esperienza e le foto ancora più belle e preziose: è stata fotografata un’America che non esiste più. Alla presentazione parteciperanno ovviamente l’architetto Mario Bellini, e, con lui, Michele Lupi, Barbara Lehmann e Enrico Morteo.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn