Ford Mustang: design e sportività alla Milano Design Week

La Milano Design Week è l’occasione migliore per scovare oggetti di design innovativi che un giorno potrebbero entrare nella storia del prodotto. L’auto non è da meno, e Ford questo lo sa bene: in prima linea per le strade del Fuorisalone schiera la favolosa Ford Mustang, che si presenta come una fusione di muscoli, sportività e design.

Osservandola viaggiare lungo le strade milanesi, non si può non rimanere colpiti dal design ricercato ma sempre vicino agli stilemi classici della muscle car americana, che ne fanno di questa auto una icona in tutto il mondo. La Mustang di oggi, che presenta sempre una “coda” così breve da sembrare appena accennata e un cofano lungo e scolpito come un’opera d’arte, è la risposta all’evoluzione del design sportivo del nostro secolo.

mustang-1

Un design che cattura

Sono molti i dettagli che rappresentano quello che è il vero carattere Mustang che rivivono ancora oggi: la sagoma imponente che sposa perfettamente l’elegante linea che in maniera sinuosa disegna l’auto, nel posteriore i gruppi ottici tridimensionali insieme al parabrezza regalano un effetto tridimensionale unico. Ma il particolare che strega l’osservatore è l’effetto shark-bite del frontale, apice artistico del “muso”, disegnato in modo da conferire all’auto aggressività ed eleganza allo stesso tempo.

Se sommiamo a cotanta imponenza il rombo del suo motore, ci troviamo davanti ad un vera dominatrice delle strade, che non passa mai inosservato al suo passaggio, e cattura sia per la sua bellezza che per l’imponenza.

Mustang-4

Tanti muscoli con particolari ricercati


Un design che conferisce all’auto muscoli e fascino allo stesso tempo, convive con particolari ricercatissimi che impreziosiscono la muscle car di casa Ford: il doppio tubo di scarico, fari anteriori allo xeno e posteriori a led, fino alla vera chicca che troviamo negli specchietti retrovisori dai quali viene proiettato sulla carreggiata lo stemma dell’auto sportiva, elemento che lascia a bocca aperta.

Nell’insieme poi, una linea che sfida l’aerodinamica per aumentare le prestazioni di una super-sportiva che sta entrando con prepotenza anche nel mercato europeo.

IMG_20160412_120333 - Copia

Gli interni: tra eleganza e particolari ricercati

Gli interni sono il sodalizio dell’eleganza e della sportività: il volante con comandi in pelle, come lo sono anche la leva del cambio, i sedili avvolgenti e alcuni inserti, sono accostati i numerosi  particolari in alluminio come la plancia, i pedali, alcuni elementi delle porte e diverse finiture che si alternano agli inserti in pelle, che conferiscono un aspetto elegante e sportivo allo stesso tempo, nel semplice accostamento ricercato dei materiali.

Nulla è banale, anche il computer di bordo con controllo touch screen, è avvicinato con eleganza alla plancia, e al gioco di cerchi delle bocchette e del tasto di accensione dell’auto. La leva del cambio è nella sua semplicità un prodotto di design pensato per essere il protagonista dello spazio tra i due sedili.

Il design che guarda al futuro: la guida automatica

Ford è pioniera della ricerca sulla guida completamente automatica in condizioni invernali, e grazie al suo apporto, grandi passi avanti sta facendo la tecnologia self-driving. Oggi la casa dell’ovale sta intensificando la ricerca avvalendosi di una flotta di Fusion Hybrid, ma non è escluso che un giorno anche le Mustang potranno essere interessate da questa importante evoluzione Ford.