(ANSA) – MONZA, 19 APR – Dall’omaggio a Jonathan De Pas,
Donato D’Urbino e Paolo Lomazzi alla mostra su gioielli con
funzioni innovativi grazie alla tecnologia Rfid (Radio-frequency
identification), dalla presentazione del libro sul lascito di
Angelo Mangiarotti a tutta una serie di architetti e designer
giapponesi fino alle mostre e iniziative in giro per la citta’:
e’ ampia l’offerta del Politecnico di Milano per il Fuori Salone
e la settimana del design del capoluogo lombardo.

Un cartellone di eventi che spaziano dal campus della Bovisa
ai Saloni, fino in zona Tortona. Pezzo forte la mostra ‘La
freschezza dell’idea. De Pas, D’Urbino, Lomazzi’ che accompagna
l’altra esposizione che in citta’, al Palazzo dell’arte di viale
Alemagna, ripercorre le opere dei creatori di pezzi iconici del
design italiano. Ma l’ateneo, in occasione dell’arrivo in massa
a Milano del popolo del design, apre anche i suoi laboratori
della Bovisa ai visitatori che potranno cosi’ vedere dove si
formano le grandi firme di domani.
Altre proposte prevedono, tra le altre cose, sei creazioni
degli studenti della sede di Como in mostra al Salone Satellite
per il progetto ‘ComOn Design’ e progetti di ragazzi del
Politecnico alle iniziative ‘JTI Clean City Lab’ alla Triennale
per ideare il posacenere del futuro e a ‘Selfproduction For
Everyday’ alla Fabbrica del Vapore.