(ANSA) – MILANO, 18 APR – Costruire un grande atlante della
memoria dedicato al design anonimo dei Paesi dell’Europa centro
orientale: e’ l’obiettivo del concorso ‘Trieste contemporanea:
doppia traccia’ che chiede ai partecipanti di individuare un
‘oggetto della memoria’ che testimoni una competenza progettuale
(un utensile per la casa o per il lavoro, un arredo, un piccolo
componente per edilizia), di studiarlo e proporne un riuso o una
ridefinizione.

D’altronde, ”in un mercato dei consumi densamente affollato,
dove il design e’ dappertutto – spiegano i promotori – ci sono
oggetti che appartengono a un passato recente di cui sono state
perse le tracce. Sono oggetti anonimi o di uso quotidiano, in
piccola serie o in produzione di massa”. Il progetto, alla
decima edizione, e’ aperto ai progettisti di 23 paesi europei.
Una giuria, presieduta da Gillo Dorfles, ideatore
dell’iniziativa, e composta da esperti internazionali, valutera’
i progetti partecipanti (il 31 maggio la scadenza per la
consegna) e decretera’ i vincitori dei premi ‘Beba’, mille euro
per il piu’ giovane progettista tra quelli selezionati, ‘Ince’,
3 mila euro per il miglior progettista proveniente da uno dei
paesi del forum di cooperazione regionale Ince non membro
dell’Unione Europea, e ‘Gillo Dorfles, 4 mila euro al miglior
progetto. (ANSA).