(ANSA) – MONZA, 19 APR – Il film ‘Sliding door’, il
coltellino svizzero, la coiffeuse Dilly Dally di Poltrona Frau,
la Radio Cubo TS522 di Marco Zanuso e Richard Sapper,
l’invenzione del perno o della cerniera: sono alcuni dei
tasselli del racconto di ‘Ouverture 2012-Design On/Off’, la
mostra in zona Tortona a Milano sul tema dell’aprire e del
chiudere, analizzato attraverso un percorso scientifico e
ludico, tradizionale ma con anche interventi di realta’
virtuale.

Promossa da Area, rivista di architettura e design del Gruppo
24 Ore in collaborazione con Scrigno, l’esposizione (nata in
occasione del Fuori Salone e aperta fino al 22 aprile) indaga il
particolare argomento in termini culturali, sociologici e
progettuali, con una sorta di racconto in tre atti, curato da
Marco Casamonti. Il primo e’ incentrato sul mosaico
cinematografico del videoartista Dimitris Kozaris che ha
esplorato, attraverso episodi e immagini emblematiche della
storia del cinema, il significato dell’aprire e chiudere una
porta, una luce o un rapporto affettivo.
Il secondo studia invece, con un approccio scientifico,
grazie al supporto di un docente di storia della Tecnologia, la
genesi dei componenti e lo studio dei meccanismi che generano il
movimento di apertura e chiusura degli oggetti. Infine, c’e’
l’ultimo atto, ‘Il teatro delle cose che si aprono e chiudono’,
una rassegna di oggetti e casi studio che hanno segnato la
storia del design e quindi anche dei gesti quotidiani.(ANSA).