Chi vive a Milano o la ama o la odia. La design week è appena iniziata e la città si divide: da un lato chi si tuffa in centinaia di eventi e iniziative sparse per la città, dall’altro chi li evita con preoccupazione per il caos e il traffico. Il Fuorisalone ormai è un must della settimana del mobile milanese: una galassia di happenings, inaugurazioni, preview e aperitivi tutti dedicati al design più creativo e sperimentale prendono vita in questi giorni tra zona Tortona, via Ventura, il Brera District e i tanti showroom o appartamenti allestiti per l’occasione.

Tappa obbligata, ad esempio, alla stazione FS Garibaldi, con omonima fermata del metrò, dove Claudia Zanfi – e aMAZElab/Laboratorio del paesaggio accendono un luminoso tappeto virtuale e interattivo di fiori, verdure e erbe spontanee dell’area metropolitana milanese sul pavimento dell’atrio passeggeri. In zona Isola il network di commercianti e artigiani del quartiere per tutta la settimana organizza happy hour, laboratori creativi, mostre e incontri. In Triennale prende corpo il progetto MiniTriennale CreativeSet, un omaggio al gruppo storico De Pas D’Urbino e Lomazzi con una selezione di pezzi iconici che riafferma il ruolo cardine dello studio nella storia del design italiano. Divertente anche la Design dance, spettacolo multimediale al Teatro dell’Arte della Triennale di via Alemagna, in cui alcuni oggetti simbolo della storia italiana del design si animeranno e danzeranno per gli spettatori.
Il 17 e il 20 accadrà alle 20.30, il 21 e 22 anche alle 16, un orario più adatto alle famiglie (ingresso libero ad esaurimento posti). Subito dopo si può passare dalla storica Biblioteca Pinacoteca Accademia Ambrosiana (ingresso da piazza San Sepolcro) dove Attilio Stocchi ha ideato Librocielo, un’installazione ad hoc in omaggio al cuore romano della città: le voci di una serie di antichi “libri parlanti” racconteranno l’antica Mediolanum, tra suoni e fasci di luce. Tra gli appuntamenti organizzati dallo Istituto Europeo di Design, il 18 aprile (ore 19) inaugura la seconda edizione di Porta Romana D.2012 con evento musicale e installazioni multimediali che daranno il via all’Elita Festival del teatro Franco Parenti. L’intera kermesse dovrebbe garantire alla città di Milano e hinterland un indotto turistico pari a 194 milioni di euro, secondo la Camera e Commercio di Monza e Brianza.

TAGS:
Attilio Stocchi | Brera | Camera dei deputati | Claudia Zanfi | De Pas D’Urbino | Ferrovie dello Stato | Franco Parenti | Garibaldi | Milano | Mostre | Romana D. | Tortona