Corbulait, un’idea “illuminante” e moderna


stampa


invia ad un amico

n’;

new LaStampa_ToolbarArticolo({
focusBookmarks: ‘Facebook, Twitter, MSN live’,
bookmarks : {
‘Facebook’ : {
url : ‘http://www.facebook.com/sharer.php’,
params : ‘u=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/facebook_trans_ani.gif’
},
‘Twitter’ : {
url : ‘http://twitter.com/home’,
params : ‘status=Currently reading ‘ + escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/twitter.gif’
},
‘MSN live’ : {
url : ‘http://profile.live.com/badge’,
params : ‘url=’+escape(location.href)+’title=’+escape(document.title),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/msnlive.png’
},
‘Google’ : {
url : ‘http://www.google.com/bookmarks/mark’,
params : ‘op=addbkmk=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/google.png’
},
‘Google buzz’ : {
url : ‘http://www.google.com/buzz/post’,
params : ‘url=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/google_buzz_icon.png’
},
‘Yahoo’ : {
url : ‘http://myweb.yahoo.com/myresults/bookmarklet’,
params : ‘t=homeu=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/yahoomyweb.png’
},
‘Del.icio.us’ : {
url : ‘http://del.icio.us/post’,
params : ‘url=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/delicious_icon.gif’
},
‘Digg’ : {
url : ‘http://digg.com/submit’,
params : ‘url=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/digg_icon.gif’
},
‘okno’ : {
url : ‘http://oknotizie.alice.it/post’,
params : ‘url=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/okno_icon.gif’
},
‘Linkedin’ : {
url : ‘http://www.linkedin.com/shareArticle’,
params : ‘url=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/linkedin_icon.png’
},
‘Stumble upon’ : {
url : ‘http://www.stumbleupon.com/submit’,
params : ‘url=’+escape(location.href),
icon : ‘http://www3.lastampa.it/fileadmin/templates/images/toolbar_articolo/stumbleupon_icon.png’
}
}
});
// ]]

Corbulait, un’idea “illuminante” e moderna

Urszula Grodzicka e Gabriella Loi, designer laureate al Politecnico, hanno creato “Corbulait”, una linea di lampade in acciaio e lana sarda

Urszula Grodzicka e Gabriella Loi sono due giovani designer che si sono laureate al Politecnico di Torino, presso la Facoltà di Architettura, nel 2008. Dopo aver preparato insieme una tesi di laurea a Buenos Aires, in Argentina, ad oggi lavorano e vivono a Torino, proprio dove l’avventura che stiamo per raccontarvi è cominciata.
Grodzicka e Loi si cimentano spesso in concorsi di design: proprio grazie ad uno di questi hanno creato le lampade “Corbulait”, che ora stanno facendo il giro del Paese. 

COME NASCONO LE CORBULAIT? 
I primi prototipi di Corbulait sono nati in occasione del concorso per giovani designer, artigiani e piccoli produttori tessili “Pura Lana Sarda”, promosso dalla Provincia di Sassari, dalla CNR Ibimet e dalla CCIAA (Camera di Commercio). L’iniziativa si proponeva come supporto al progetto di ricerca e sviluppo rurale, ma aveva anche l’obiettivo di dare vita a qualcosa di nuovo, di incentivare lo sfruttamento della lana e dei settori di produzione ad essa collegati. 
Le nostre designer torinesi hanno partecipato al concorso, realizzando delle moderne lampade in lana e acciaio che riprendono la forma del tipico cesto sardo conosciuto come “corbula”, da cui deriva anche il nome della linea stessa, Corbulait.
Con le loro creazioni, al termine delle selezioni Urszula e Gabriella si sono guadagnate una delle prime posizioni, e lo stesso ente banditore del concorso ha proposto loro di realizzare alcuni prototipi delle loro lampade da destinarsi all’esposizione in alcune regioni italiane (Liguria, Toscana, Sardegna) e in Corsica. Per realizzare quest’ultimo progetto, e in attesa di trovare un produttore interessato, le due giovani designer si sono appoggiate alla società torinese Lapis s.r.l. 

LAMPADE TRADIZIONALI DAL DESIGN MODERNO
 Le Corbulait, come detto, sono una felice fusione fra tradizione e innovazione.
La lavorazione della corbula, infatti, rappresentava un momento molto importante nella vita sociale delle donne sarde di una volta, che si riunivano appositamente per creare le ceste. Oggi questi manufatti vengono prodotte su larga scala dalle industrie dell’isola.
Le corbule si realizzano intrecciando grossi fili di lana avvolti su sottili fili d’acciaio che si sviluppano per cerchi concentrici, quasi a simboleggiare una crescita continua, fino a formare un cesto concavo.
L’obiettivo che le designer Urszula e Gabriella si sono proposte è quello di raffinare la produzione della lana attraverso l’utilizzo di un design unico e accattivante, che possa piacere al mercato nazionale e non solo, grazie alla sua storia, alle forme semplici e ai colori puri.
La creazione di questa linea di lampade ha sicuramente segnato un momento importante nella carriera di designer di Grodzicka e Loi, ma forse porterà anche una ventata di novità nell’arredamento delle nostre case in un futuro prossimo.

E voi, amate il design? Avete mai comprato una lampada originale per la vostra casa?

Commenta questo articolo su www.digi.to.it  il magazine online dell’Informagiovani di Torino

Leggi gli altri articoli di Digi.TO

Article source: http://www3.lastampa.it/digito-news/sezioni/municipio-le-testimonianze/articolo/lstp/437261/