Saranno 626 i marchi presenti a Seatec a CarraraFiere dei quali 407 italiani e 219 stranieri, con prevalenza di: inglesi, tedeschi, francesi, olandesi, stati uniti, svedesi, croati, danesi, finlandesi, mentre Compotec ospiterà 121 marchi di cui 84 italiani e 37 stranieri con ottima rappresentanza di aziende inglesi, tedesche e francesi. Seatec (decima edizione della rassegna internazionale di tecnologie, subfornitura e design per imbarcazioni yacht e navi) assieme a Compotec (quarta edizione, espone produzioni in materiale composito) si presenta come evento total trade, dedicato al business della nautica grazie alle rispettive specializzazioni che consentono di presentare un’offerta completa di quanto viene prodotto o commercializzato nel mondo della nautica che a questo punto non è più solo del mediterraneo ma, con oltre 250 marchi stranieri si colloca in una dimensione ben più internazionale per il business nautico.

Seatec è ormai evento con una forte connotazione per le aziende e gli operatori specializzati in tecnologie, subfornitura, design per imbarcazioni yacht e navi mentre Compotec è l’unico evento italiano dedicato all’impiego dei materiali compositi, è la manifestazione di riferimento per i professionisti che si occupano di compositi, materiali sempre più diffusi e utilizzati in molti ambiti produttivi: aeronautica, automotive, arredo, nautico, trasporti, costruzioni, energia, chimica, medicale, fino allo sport, al tempo libero, alla sperimentazione artistica.

A testimonianza dell’attenzione con la quale anche la Regione Toscana guarda al comparto della nautica, che rappresenta una delle eccellenze della sua economia, sarà Gianfranco Simoncni assessore alle attività produttive a tagliare il nastro inaugurale; la cerimonia si svolgerà mercoledì 8 febbraio alle 11,30 nell’area del Centro Servizi (ingresso numero 5, via Maestri del Marmo).

«Anche in presenza di oggettive difficoltà di vario genere – ha detto il direttore generale di CarraraFiere, Paris Mazzanti – il comparto della nautica dimostra grande maturità e investe in un momento promozionale come Seatec-Compotec e mette in evidenza le sue potenzialità e le capacità di individuare e puntare su nuovi segmenti di sviluppo. Uno di questi è quello della sostenibilità e proprio per questo, abbiamo previsto un focus su questo tema che abbraccia non solo la nautica ma l’intero equilibrio del pianeta. La risposta degli espositori è stata ottima ed ha fatto emergere una tendenza chiara: si punta alla sostenibilità delle produzioni utilizzando materiali e prodotti con ottime prestazioni che rispettano l’ambiente».

Seatec celebra il suo primo decennale proponendo un programma di convegni ed iniziative di altissimo livello come MYDA – Millennium Yacth Design Award 9° edizione, la Targa Bonetto 18° edizione ed ancora il premio Abitare la Barca alla 6° edizione.

Ricca la convegnistica curata da aziende, associazioni, istituzioni come Unimot.

Per offrire un esempio di argomenti affrontati e di collaborazioni attive è sufficiente ricordare che mercoledì 8 febbraio, nella mattinata di apertura si terranno convegni come Economia del mare: la formazione quale opportunità per superare la crisi, iniziativa di Assonautica in collaborazione con il Polo Formativo per la Nautica Magellano.