Rally Coppa Oro: dopo quattro prove speciali Strata conduce su Riccio

PROVINCIA – Ha spinto a fondo Davide Riccio, sui tre chilometri della prova spettacolo Coinor, frazione d’apertura e solo sfiorata dalla pioggia nella fresca serata valenzana. “Effettivamente siamo andati bene ieri sera, ci tenevo a far bene davanti ai concittadini e ci siamo riusciti”. Il valenzano, navigato da Marco Menchini trova esaltazione nelle prove “indoor” e s’aggiudica il miglior crono in 2’59″8 con la Ford Fiesta R5 della tortonese Bernini. Dagli spalti naturali a circondare il tracciato, i numerosi spettatori s’attendevano la prestazione d’assoluto dell’astigiano Jacopo Araldo che, alla prima volta al volante della Ford Fiesta in R5, invece non riesce a difendere a dovere i colori Meteco Corse, stoppato dalla rottura della puleggia dell’alternatore e conseguente blocco improvviso del quattro cilindri inglese.

Con quattro secondi e due di ritardo dal miglior crono realizzato, il cuneese Marco Marasso porta la Peugeot Super 2000 al secondo posto con 4″2 di ritardo, precedendo di 2″2 il genovese Marco Strata (nella foto), navigato dall’acquese Ylenia Garbero, sulla Mitsubishi R4. Ottimo quarto tempo per il pilota di Bassignana, Andrea Zucconi su Renault Clio e primo della Super 1600 a precedere nell’assoluta sul veloce ingauno Manuel Villa, che sfrutta l’esperienza di pistaiolo per entrare nella top five con la Abarth 500. “Concreto” Roberto “Bobo” Benazzo, sesto assoluto e primo di Gruppo N con la Subaru Impreza. In spettacolare evidenza sono “Lello Power”, ottavo con la Citroen Saxo, l’alessandrino Donato e il canellese Culasso con la Renault Clio Rs, nono e secondi di Gruppo N, ed il lombardo De Tommaso, papà di Damiano pilota del programma iridato dell’ACI Team Italia, decimo assoluto e primo di classe A7 con la Renault Clio Williams.

E’ piovuto nella serata di ieri, rendendo insidiose le piesse dell’Acquese tali da indurre i concorrenti a montare RX7 Pirelli o 21 per le Michelin. E’ soprattutto la prima del mattino, Castelletto d’Erro, a dare qualche preoccupazione per le segnalazioni di presenza di asfalto umido nel tratti di sottobosco e fango nei tagli oltre ad una leggera nebbia. Condizioni ideali per chi conosce a fondo le strade e vuol attaccare. Strata e Benazzo sono i piloti più attesi. Il primo si conferma, è il più veloce su tutte e tre le piesse, il secondo fa solo in tempo a salutare i tanti tifosi quando lascia il parco assistenza , per poi fermarsi poco lontano dalla sua abitazione nel trasferimento successivo, per un problema meccanico: “S’è bucato un pistone, cosa posso fare se non mi è riuscito di essere protagonista sulle strade di casa. Purtroppo la vettura riporta solo le decals della Tecnica Bertino, in realtà era stata imprestata da un preparatore lombardo, in quanto la vera Bertino è ancora in fase di allestimento”.

Dopo quattro prove speciali, Strata e Garbero conducono la gara con quarantaquattro secondi di vantaggio su Riccio, il cui score lo vede secondo nell’impegno di Castelletto d’Erro e Turpino, quarto nella Montaldo. Terzo assoluto a 52″8 dal leader ligure, è il cuneese Marasso, primo della Super 2000, che è due volte terzo in prova due e tre, ma secondo nella quarta.

Ottimo quarto assoluto, primo di Gruppo N, è l’acquese Luca Roggero, in coppia con Gianluca Saglietti, che con la Mitsubishi Lancer realizza il quarto crono assoluto sulla Castelletto, il quinto sulla Turpino e il terzo sulla Montaldo. Con la vettura integrale giapponese, Roggero regola facilmente l’alessandrino Andrea Zucconi, quinto assoluto e primo di Super 1600 conla Renault Clio Balbosca, Eurospeed. Con la Renault Twingo è sesto e primo di R2B Paolo Comendulli, in coppia con Thomas Tamburrano, in lotta ravvicinata con Minerdo, primo di R3c e il torinese Gianoglio secondo di R3c, entrambi con le Renault Clio Rs.

Nono assoluto il savonese Berchio, Ford Fiesta R5, a precedere di sei secondi e quattro decimi Manuel Villa, primo di classe con la Abarth 500 R3T. Primi di Classe A0, settimo di Gruppo e venticinquesimo assoluto sono gli acquesi Manfrinetti Ponzano, con la Fiat 600 della Cestari Racing e che ritrovano dopo aver montato il cambio sequenziale ed altre evoluzioni tecniche. Quinto di classe, ventinovesimo assoluto è il cassinaschese Fabrizio Cillis, navigato dal cannelese Andrea Traversa sulla Twingo Meteco Corse.

Le celebrazioni per il 71esimo anniversario della Liberazione

Lunedì 25 aprile alle 9.30, presso il piazzale Divisione Acqui, verrà deposta una corona di fiori presso il monumento dedicato ai Caduti di Cefalonia, realizzato da Giuseppe Ansaldi a ricordo del sacrificio della Divisione Acqui.
Si proseguirà alle 10.00 in piazza Pascoli: presso il monumento ai Caduti si raduneranno i partecipanti per assistere alla messa al campo, seguita dai saluti del sindaco di Novi Rocchino Muliere; del presidente Anpi zona di Novi Ligure Gianni Malfettani; del presidente onorario dell’Anpi Franco Barella; e del sindaco del consiglio comunale dei bambini e delle bambine Mario Cacopardo. La commemorazione sarà tenuta da Gian Pietro Armano, presidente dell’associazione Memoria della Benedicta.
Saranno deposte corone anche in piazza XX Settembre a ricordo del sacrificio del partigiano Ferrando detto Max e presso la scuola media statale Boccardo a ricordo dei Caduti della Tuara.
Le celebrazioni saranno accompagnate dal corpo musicale Romualdo Marenco. In caso di mal tempo la cerimonia si svolgerà presso al parrocchia di S. Antonio, in viale della Rimembranza.

Nel pomeriggio ci si sposterà in Val Borbera. Alle 16.00 a Pertuso, frazione di Cantalupo Ligure, avverrà la deposizione di una corona presso la stele della Divisione Pinan-Cichero; e alle 17.00 a Rocchetta Ligure, presso il museo della Resistenza Lazagna, a Palazzo Spinola, avverrà la proiezione del docu-film “Like a bullet around Europe”, biografia di Anton Ukmar detto Miro di Mauro Tonini.
Politico e partigiano italiano naturalizzato jugoslavo, Ukmar nell’agosto 1944 diventò comandante della Sesta Zona Operativa Ligure con sede a Carrega. Fu presente stabilmente in val Borbera dal luglio 1944 e si distinse in combattimenti a Marsaglia in val Trebbia, alle Capannette di Pej tra Piemonte e Emilia Romagna, a Cartasegna di Carrega Ligure e nella stessa Carrega. Proprio nel paese della val Borbera gli è stata dedicata nel 1980 una stele dall’Anpi sezione di Genova.
L’evento è organizzato dal comune di Rocchetta e dall’Anpi sezione Valborbera “Pinan”.

Le celebrazioni della Liberazione non si limiteranno a lunedì 25. Martedì 26 aprile alle 10.30 presso la scuola media statale Boccardo, in via Ferrando Scrivia 24 a Novi Ligure, si terrà la commemorazione dei Caduti alla Tuara. Porgeranno i loro saluti il dirigente scolastico Filippo Pelizza; il sindaco della città Rocchino Muliere; e il presidente Anpi Novi Gianni Malfettani.
Verranno presentate le diapositive con foto della mostra “Frugando in una scatola”, composta da testimonianze dell’epoca fascista e del secondo conflitto mondiale, e una breve proiezione di un filmato dal titolo “Sui nostri monti” con testimonianze della guerra partigiana.
 

SERIE A: le previsioni meteo per le gare della 35^giornata

All’andata la Juventus si impose per 3-1E’ Fiorentina-Juventus il clou della 35°giornata del campionato di serie A, con i bianconeri che cercheranno di agguantare i tre punti decisivi per il titolo, auspicando in un risultato positivo della Roma lunedì sera. La squadra viola, reduce dal ko di Udine, vorrà riscattare un girone di ritorno piuttosto grigio: non sarà facile. Sfida salvezza, quella delle 12.30 tra Frosinone e Palermo, con i ciociari che hanno perso malamente a Verona sponda Chievo e i rosanero che hanno pareggiato tra le mura amiche contro l’Atalanta. Esordio per il nuovo nome dello stadio granata, il ” Grande Torino “: la squadra di Ventura per questa gara ospiterà il Sassuolo. Completano il quadro: Atalanta-Chievo, Sampdoria-Lazio e Bologna-Genoa.

Vediamo ora le condizioni meteo dei sei campi impegnati

Frosinone-Palermo stadio Matusa ore 12.30

Temporale:13°
Temporale a Frosinone, con temperatura sui 13 gradi, venti moderati ed un tasso di umidità intorno al 90%

Atalanta-Chievo stadio Azzurri d’Italia ore 15

Pioggia e schiarite: 16°
Pioggia e schiarite a Bergamo, con temperatura sui 16 gradi, venti moderati ed un tasso di umidità intorno al 50%

Bologna-Chievo stadio Dall’Ara ore 15

Pioggia: 12°
Pioggia a Bologna, con temperatura sui 12 gradi, venti moderati ed un tasso di umidità intorno all’80%

Sampdoria-Lazio stadio Ferraris ore 15

Poco nuvoloso: 19°
Poco nuvoloso a Genova, con temperatura sui 19 gradi, venti moderati ed un tasso di umidità intorno al 30%

Torino-Sassuolo stadio Olimpico ore 15

Poco nuvoloso: 17°
Poco nuvoloso a Torino, con temperatura sui 17 gradi, venti deboli ed un tasso di umidità intorno al 40%

Fiorentina-Juventus stadio Franchi ore 20.45

Nubi sparse: 11°
Nubi sparse a Firenze, con temperatura sugli 11 gradi, venti moderati ed un tasso di umidità intorno all’80%

METEO – tutta la neve di MEDUSA, fino a 20 cm a quote di alta collina

Aree con neve e quote nel ponte del 25 aprileAree con neve e quote nel ponte del 25 aprileCon l’avvento di Medusa, domenica notte-lunedì avremo bora consistente sul medio e alto Adriatico e Maestrale forte a Ovest della Sardegna. Crollo termico di 8/10° e ritorno della neve a quote medio-alte collinari. In questa sede mettiamo in rilievo soprattutto l’aspetto nevoso legato a Medusa. Vediamo dove e quanto nevicherà.
QUOTE NEVE LUNEDI’ – Per la giornata di lunedì la neve più
importante è attesa in Appennino. Nella notte tra domenica e lunedì, nevicate
anche forti scenderanno fino a 600 m sui rilievi emiliani, su quelli
settentrionali toscani. Accumuli fino anche a 20 cm a 800 m, entro la mattinata di lunedì,
specie nell’area Corniglio, Monchio delle Corti, nel Parmense. Nevicate nella notte di lunedì 25, anche sui
rilievi marchigiani, abruzzesi, dell’Umbria, specie orientale, e sul Reatino a 800/1100 m.
Le nevicate su
questi settori continueranno anche nel corso di lunedì, con accumuli entro sera,
alle quote indicate, diffusamente di 10/15 cm ma anche fino a 20 e oltre,
specie nel comparto montuoso abruzzese della Maiella e del Gran Sasso. Neve, nel
corso di lunedì 25 sui rilievi tra Campania e Lucania, dapprima sui
1000/1100 m, poi calo fino a 700/800 m.
Accumuli più consistenti tra i rilievi del Cilento e quelli del Potentino, fino
a 20 cm localmente anche qui; altrove alcuni centimetri dagli 800 m o
imbiancate a 700 m. Nevicate, in fine, sempre nel corso di lunedì, sui rilievi della
Sila, qui con alcuni centimetri ma oltre i 1500/1600 m in giornata, solo la
sera quota neve in calo, e imbiancate fino a 800 m, ma con fenomeni in
attenuazione.

Meteo IGLESIAS: sereno oggi e nei prossimi giorni

Meteo IglesiasPrevisioni Meteo Iglesias
Iglesias, Lunedì 25 Aprile: giornata caratterizzata da cielo sereno o poco nuvoloso, minima 12°C, massima 16°C. Entrando nel dettaglio, avremo soleggiamento diffuso al mattino, poche nubi al pomeriggio, bel tempo alla sera. Durante la giornata di oggi si registrerà una temperatura massima di 16°C alle ore 14, mentre la minima alle ore 23 sarà di 12°C. I venti saranno assenti al mattino, per il resto della giornata molto forti provenienti da Nord-Ovest con intensità tra 42km/h e 50km/h. L’intensità solare più alta sarà alle ore 14 con un valore UV di 8.3, corrispondente a 958W/mq.

Lunedì 25 Aprile: giornata all’insegna del bel tempo. Durante la giornata di domani si registrerà una temperatura massima di 14°C alle ore 14, mentre la minima alle ore 23 sarà di 11°C. I venti saranno al mattino molto forti provenienti da Nord-Nord-Ovest con intensità tra 44km/h e 52km/h, al pomeriggio forti da Nord-Ovest con intensità tra 36km/h e 43km/h, moderati da Nord-Ovest alla sera con intensità tra 25km/h e 30km/h. L’intensità solare più alta sarà alle ore 13 con un valore UV di 9.1, corrispondente a 999W/mq.

Martedì 26 Aprile: giornata all’insegna del bel tempo, temperatura minima di 11°C e massima di 15°C. Nel dettaglio: cielo poco nuvoloso o velato al mattino, assenza di nubi al pomeriggio e alla sera. Durante la giornata si registrerà una temperatura massima di 15°C alle ore 15, mentre la minima a mezzanotte sarà di 11°C. I venti saranno sia al mattino che al pomeriggio moderati provenienti da Ovest-Nord-Ovest con intensità di circa 16km/h, deboli da Nord alla sera con intensità di circa 7km/h. L’intensità solare più alta sarà alle ore 13 con un valore UV di 9.1, corrispondente a 1003W/mq.

Mercoledì 27 Aprile: giornata caratterizzata da nubi di scarsa consistenza, minima 10°C, massima 18°C. Nel dettaglio: soleggiamento diffuso al mattino, nuvolosità sparsa al pomeriggio, cielo coperto alla sera. Durante la giornata la temperatura massima verrà registrata alle ore 15 e sarà di 18°C, la minima di 10°C alle ore 6. I venti saranno deboli da Nord al mattino con intensità di circa 10km/h, al pomeriggio moderati provenienti da Nord-Ovest con intensità di circa 17km/h, alla sera moderati da Nord con intensità tra 16km/h e 21km/h. L’intensità solare più alta sarà alle ore 13 con un valore UV di 8.6, corrispondente a 975W/mq.

Ulteriori dettagli e aggiornamenti sulla pagina Meteo Iglesias