Educare le nuove generazioni all’idea che il design e, più in generale, la qualità manifatturiera, è un valore strategico nel mercato globale; far conoscere ai giovani la cultura del lavoro maturata nel Manzanese negli ultimi 150 anni; valorizzare Villa de Brandis. Ecco i motivi dell’iniziativa che coniuga locale e globale collegando formazione, ricerca, attività produttive.
Doppio il filone d’indagine: passato e futuro.

Passato
Cuore della manifestazione è la mostra Il Design della sedia in Friuli tra Passato e Futuro che sarà allestita nelle sale della settecentesca Villa de Brandis e, alla conclusione della manifestazione, sarà trasferita in esposizione permanente nella sede dell’I.T.I. Malignani a San Giovanni al Natisone. Dieci pannelli, corredati da altrettante sedie d’epoca, riassumono il contenuto del libro Distretto della sedia: design tra passato e futuro, scritto da Anna A. Lombardi e recentemente edito dalla FrancoAngeli. Il libro sarà presentato il 3 ottobre agli studenti della sede di San Giovanni al Natisone dell’I.S.I.S. A. Malignani di Udine. Un altro incontro è stato programmato con lo scopo di valorizzare il presente attraverso il passato: verrà presentato MuDeFri, il Museo virtuale del Design del Friuli Venezia Giulia, collegato al già esistente MuDeTo, Museo del Design Toscano, i cui ideatori verranno a raccontare la loro esperienza a Villa de Brandis venerdì 16 ottobre alle 17.00.

Futuro
Due gli appuntamenti per approfondire argomenti di grande attualità per il futuro del comparto di produzione della sedia: venerdì 9 ottobre alle 20.30 a Villa de Brandis noti esperti del settore si confronteranno sul tema ‘Cultura del progetto e industria: le ricadute sull’economia’, mentre sabato 10 ottobre ore 10.00 all’auditorium dell’I.T.I. Malignani di San Giovanni al Natisone si terrà l’incontro ‘Design, formazione e territorio: legno futuro’. L’attività del designer e la produzione contemporanea di sedie sarà evidenziata attraverso Studi Aperti, dove il pubblico potrà visitare le sedi dei tre importanti professionisti della zona.

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday