LEGGI ANCHE
  • YOUNG DESIGNER

    Un talento in Fabrica

    Amaury Poudray: il principio del suo lavoro? La leggerezza

  • FABRICA

    Il tuo oggetto preferito?

    Sam Baron e una particolare indagine sugli arredi preferiti

a presenza del Gruppo Benetton al Salone del Mobile 2012 è un racconto corale che toccherà luoghi topici della design week, come la Triennale e il MOST, passando per le vetrine degli store del centro, per poi volare in altre 3 altre capitali europee e diffondersi in ogni parte del mondo grazie al coinvolgimento tramite la rete. Una presenza massiccia, ma allo stesso tempo dinamica e in continuo divenire, all’insegna della sperimentazione e dei valori che muovono da sempre la comunicazione del Gruppo.

Interpreta ovviamente la voce solista di questo racconto firmato Benetton, il laboratorio di design di Fabrica, diretto da Sam Baron, che porta al Fuorisalone una serie di interessanti iniziative. Innanzitutto sarà protagonista in Triennale, dal 17 al 22 aprile, la mostra Objet Préféré/ Objet Coloré che si articola in due collezioni: la prima è frutto di un workshop realizzato dai designer del team under25 presso il centro culturale Grand-Hornu Images di Boussu (Belgio) sul tema dell’ “oggetto preferito”, la seconda consiste in un sistema di complementi d’arredo estremamente personalizzabili pensati per una innovativa modalità di esposizione negli store nel mondo.

Ma la mostra in Triennale continua nei Benetton Icon Store di Milano (Corso Vittorio Emanuele), Londra (Brompton Road), Barcellona (Portal de L’Angel) e Parigi (Boulevard Haussmann), con la presentazione di una selezione di pezzi della serie Objet Coloré e con la proiezioni di immagini sulle ormai famose Benetton Live Windows. I grandi videowall ad alta definizione, che trasformano le vetrine tradizionali in finestre hi-tech, innescheranno una nuova customer experience che coinvolgerà i passanti e gli utenti della rete. Collegandosi al sito icon.benetton.com nei giorni del Salone, chiunque potrà contribuire pubblicando contenuti multimediali che saranno proiettati sulle vetrine delle 4 città coinvolte, compresa la nostra Milano sotto i riflettori.

Tornando in città, anche il centro nevralgico di San Babila sarà teatro di un evento targato Benetton: ogni giorno della design week le vetrine dello store Sisley saranno animate da una suggestiva performance dal vivo, La Dame aux oiseaux, in cui una decoratrice dipingerà una collezione di pennuti in finissima porcellana realizzati dall’azienda portoghese Vista Alegre. Sullo sfondo, una serie di mobili in metallo progettati da Sam Baron.

Ma è pochi passi di distanza dal centro di smistamento di San Babila, in via Mozart 14, che si consumerà la parte più sperimentale delle intenzioni di Fabrica: i giovani creativi del team si cimenteranno con la magnifica architettura di Villa Necchi Campiglio, storica residenza milanese realizzata da Piero Portaluppi negli Anni 30, per il suggestivo progetto Dettagli di vita e nuove visioni, in collaborazione con prestigiose aziende italiane.

Il tour attraverso la design week di Fabrica si concluderà al MOST. Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia per l’esposizione Searching for Cassiopeia che raccoglie 12 sedute – pezzi unici che fondono tecniche e materiali diversi – realizzata al termine di un workshop con l’Italian Chair District in Friuli Venezia Giulia.

L’appuntamento con Fabrica è a Milano, e dappertutto, nei giorni del Salone.

www.benetton.com; www.fabrica.it

Laura Ghisellini